Tagliabasette: panoramica, migliori prodotti, recensioni, opinioni, prezzi

Le basette costituiscono una parte importante del taglio dei capelli. Il parrucchiere, di solito, dà la forma appropriata secondo il tipo di acconciatura scelta e le caratteristiche somatiche. Alcune volte esse vengono regolate più corte, altre più lunghe, secondo lo styling. Lo si può tranquillamente fare a casa, disponendo di uno strumento tagliabasette. Questo permetterà di risparmiare tempo e denaro, e comunque la scelta del tipo di apparecchio dovrà essere fatta in funzione dei bisogni individuali. Se per gli uomini la cura delle basette è di tendenza e di styling, nelle donne, al contrario, la peluria del viso (se presente) è da bandire con trattamenti specifici.

Tanti stili diversi

Molti sono gli stili di basette, da quelle più tradizionali a quelle più informali ed eccentriche. Un’alternativa è quella di toglierle completamente; le più diffuse, tuttavia, sono le basette a metà orecchio, per lo più diritte, molto sfoltite e corte, che danno un aspetto pulito ed ordinato. Generalmente, i tagli di capelli più corti sono abbinati a basette di questa tipologia.

In alcuni casi si eseguono regolazioni appuntite delle stesse, e sono tra quelle di maggiore tendenza. Le basette a punta sono adatte a tagli più lunghi e con più movimento. Altre volte possono essere tenute lunghe e diritte. Questo look è tipicamente molto maschile. In genere, qualsiasi lunghezza si scelga, ma vale soprattutto per le basette più lunghe, è bene che siano curate e precise. A tal proposito, nel caso si tagliassero da soli, è opportuno munirsi di un tagliabasette. Spesso le basette molto lunghe sono tenute associate alla barba corta; altre volte, per uno styling più “hippie”, sono sfoggiate senza barba. Regolare le basette serve per correggere anche la forma del viso. Meglio preferire delle basette corte per un viso lungo; viceversa, per un viso più rotondo, saranno preferibili più lunghe.

In questo video è ben spiegato come tagliare le basette tenute in maniera standard. Come si può vedere, anche il taglio delle basette è effettuato contropelo, e prevede l’utilizzo iniziale di un pettine guida di misura più lunga, per poter terminare poi con misure più corte e rifinire.

Tagliabasette in commercio

In commercio esistono numerose alternative, quando si faccia una ricerca sulla disponibilità di un tagliabasette. Si va dai tagliacapelli multifunzione (che assolvono anche quella di regolabarba, baffi e basette), fino a prodotti più specifici, detti rifinitori di precisione, per il taglio peli del naso, delle orecchie, basette, baffi e barba.

Per una persona che ami anche tagliarsi i capelli da sola è meglio optare per un kit plurifunzione. Viceversa, per chi preferisse tagliare i capelli da un professionista, può essere consigliabile uno strumento di rifinitura, nel caso si avesse l’emergenza di ritoccare solo le basette, baffi e barba. Per chi amasse invece la cura della barba, associata all’inevitabile cura delle basette, e preferisse invece tagliare i capelli dal parrucchiere, l’ideale sarebbe acquistare un regolabarba.

Vedremo nei dettagli le differenze tra un regolabarba ed un tagliacapelli multifunzione, nonchè con un rifinitore di precisone, in modo da capire quale sia lo strumento più adatto come tagliabasette in base alle esigenze individuali. Ovviamente, se le basette si preferiscono rasate, è meglio optare per un rasoio o elettrico o manuale, o scegliere un prodotto che garantisca il taglio a zero, come a volte si trova nei tagliacapelli dotati di testina apposita effetto scalpo.

Differenze tra un tagliacapelli multifunzione ed un regolabarba

Entrambi questi strumenti servono per tagliare i peli, e si prestano perciò al taglio delle basette. Tuttavia il capello è molto più morbido della barba, quindi vi sono delle differenze di lame tra le due tipologie. Anche le basette sono più dure rispetto ai capelli; pertanto, avendo caratteristiche più vicine alla barba, a mio avviso si presterebbero meglio ad essere tagliate con uno strumento per regolare la barba, ottimizzato per essa. Le caratteristiche che regolabarba e tagliacapelli hanno in comune sono:

  • Entrambi hanno un’alimentazione a cavo o a batteria.
  • In alcuni casi è presente la doppia alimentazione, i più recenti possono ricaricarsi tramite USB.
  • Hanno un design analogo, con un corpo principale e le lame in cima.
  • Entrambi hanno diverse misure di lunghezze di taglio.

Le differenze tra i due sono essenzialmente:

  • Il regolabarba ha disponibilità di meno misure, e consente tagli più corti, proprio perché la barba la si porta di solito più corta. Normalmente tagliano tra 0,4 mm e 20 mm.
  • Il tagliacapelli ha invece lunghezze che possono arrivare anche a 45 mm.
  • Hanno ampiezza della testina diversa. Nel tagliacapelli è più larga rispetto al regolabarba, che deve lavorare su superfici più piccole.

Valutazione dell’ampiezza della testina

Se si deve acquistare un tagliabasette, è necessario valutare attentamente l’ampiezza della testina. Tra le due opzioni (tagliacapelli multifunzione e regolabarba) è bene fare delle precisazioni: i kit multifunzione hanno un’ampiezza della stessa di circa 40 mm, si tratta di prodotti ibridi. Un tagliacapelli standard ha ampiezza di taglio di 45 mm, mentre un regolabarba di 30 mm.

Risulta ovvio che un’ampiezza della testina ridotta sarà più efficace per le rifiniture del viso, come appunto il taglio delle basette. A tal proposito, per chi non desiderasse uno strumento per tagliarsi i capelli, e amasse invece la cura personale della barba, per la regolazione delle basette meglio si presta un regolabarba. Esistono tuttavia in commercio rifinitori di precisione, impiegati per la cura di barba, basette e baffi, con testina di 21 mm. In questo caso la precisione è massima; inoltre, presentano la possibilità di una testina a rasoio, per tagliare a zero dove desiderato.

Tagliacapelli e la funzione tagliabasette

I prodotti più venduti presenti in commercio appartengono ad una fascia media (50 – 60 euro). Risultano la soluzione migliore per chi desideri una multifunzionalità. Essi sono prodotti ibridi, che servono sia per la funzione di tagliacapelli, sia di regolabarba, sia come rifinitori di precisione che servono per creare linee sottili, contorni e dettagli. Quest’ultima caratteristica permette una cura più efficace anche delle basette. Tra i migliori si tratta di strumenti a batteria, alcuni dei quali con autonomia anche di 120 minuti. I modelli preferiti sono quelli che si possono usare anche con il cavo. Spesso si tratta di prodotti con impugnatura antiscivolo, per garantire il massimo comfort e controllo.

Il controllo dello strumento è un dato particolarmente importante, quando si considerino fondamentali i dettagli, e si vogliano definire bene i particolari, come nella cura delle basette. Nell’ambito della fascia media di prezzo, le recensioni di coloro che li hanno acquistati sono positive. I migliori sono votati con 4,5 su 5 stelle. I clienti assicurano trattarsi di modelli facili da usare, delicati sulla pelle e facili da pulire.

Sono preferiti infatti i modelli che si possano lavare. Un tagliacapelli può essere la scelta migliore per chi amasse basette molto lunghe, proprio perché questo tipo di strumento, rispetto ad un regolabarba tradizionale, fornisce le misure più lunghe di pettini guida. Da ricordare che, qualora si acquistasse un tagliacapelli del genere, è opportuno mettere in considerazione che la rasatura a zero non si può normalmente effettuare con questi prodotti, a meno che non sia disponibile la testina effetto scalpo. Pertanto, per dare la forma, e se si desiderasse una differenziazione area viso rasata e basetta occorrerà usare il rasoio, fino all’altezza desiderata.

Quando scegliere un regolabarba

Un regolabarba classico può essere la scelta più conveniente per chi ami tenere la barba e curare le basette. La cura della barba, conseguentemente, richiede anche la regolazione delle basette, le quali andranno a costituire, a meno che non si facciano particolari rasature, un tutt’uno. Un regolabarba sarà naturalmente più preciso di un tagliacapelli ibrido nella cura delle basette, proprio per le dimensioni ridotte, che incidono sul trattamento di aree più piccole come quelle del viso. Di solito questi prodotti tagliano ad una lunghezza minima di 0,4 mm. I tagliacapelli standard, invece, tagliano intorno a 0,7 mm; mentre un modello ibrido ha lunghezza minima di taglio di 0,5 mm.

I migliori prodotti di questa tipologia sono a doppia alimentazione (batteria e rete). Quando si lavori sulle rifiniture, come appunto le basette, è essenziale che i modelli siano ergonomici, maneggevoli e facili da usare. Altra caratteristica da considerare è che siano leggeri , ed è preferibile optare per i modelli a batteria, proprio per evitare l’intralcio del cavo.

I migliori modelli per barba e basette

Un buon regolabarba, da utlizzare anche per regolare le basette, lo si può trovare già intorno ai 40 euro. I prodotti meglio recensiti sono utilizzabili con o senza fili. Dispongono di lame e pettini smussati, in modo da rispettare la pelle ed evitare fastidiose irritazioni. Sono molto apprezzati i prodotti impermeabili, con la funzionalità Wet & Dry, che si rivela molto comoda sia durante l’uso che per la pulizia dello strumento. I migliori permettono di ottenere look variabili, giocando sulle lunghezze dei peli. Infatti tra loro è opportuno valutare le lunghezze di taglio disponibili secondo le esigenze personali. I prodotti più e meglio recensiti hanno una valutazione di 4,5 su 5 stelle. I dati positivi riscontrati dagli utenti sono l’efficacia di taglio e la rapidità. Sono apprezzate la buona qualità dei materiali e la convenienza economica.

I rifinitori di precisione

In questo caso si tratta di regolabarba di precisione. Questi sono strumenti specifici per rifinire, regolare e radere i peli del viso. La loro testina è più piccola rispetto ai tagliacapelli ed ai regolabarba, misurando 21 mm. I migliori prodotti sono quelli che assicurano un taglio uniforme e preciso. Alcuni sono dotati della tecnologia dual cut, con doppia affilatura e frizione ridotta, in modo da lavorare sul viso in maniera fluida. Sono forniti di una testina rasoio. Il rasoio con lamina di precisione di 21 mm è adatto a piccoli spazi, e garantisce una rasatura pulita, anche nelle zone difficili da raggiungere.

L’impugnatura dei modelli preferiti offre una presa perfetta, necessaria per il controllo durante i lavori di precisione. Si tratta per lo più di prodotti alimentati a batteria, con 2-3 pettini (1-3-5 mm), con lamina ipoallergenica. Quest’ultima caratteristica è fondamentale per evitare spiacevoli irritazioni al viso. I prodotti più e meglio recensiti  hanno una valutazione di 4 stelle su 5. Spessso gli utenti ne lamentano, laddove non sia disponibile, la sola alimentazione a batteria. Il prezzo di questi prodotti è in media  tra i 15 ed i 20 euro.

Consigli

A meno che non si sia un patito delle basette, normalmente la cura di queste rientra nel look e nell’attenzione allo styling in generale. In linea di massima, se si voglia tenerle rasate a zero è consigliabile utilizzare un rasoio (a mano o elettrico). Per quanto riguarda le donne, ovviamente non amano le basette, ed è necessario ricorrere, qualora presenti, a metodi di depilazione definitiva per eliminarle. L’uso del rasoio potrebbe infatti peggiorare la situazione. Gli uomini spesso amano tenerle piuttosto corte, ad una lunghezza di peluria minima. Abbiamo visto le lunghezze minime fornite dai vari strumenti, e su questo dovrà essere fatta la scelta individuale, in base anche al fatto che si preferiscano più o meno lunghe.

Per un uomo che preferisca optare per il fai da te, comprensivo di barba, capelli e basette, è preferibile scegliere un modello multifunzione. Di solito si rivelano efficaci in tutte le funzionalità assolte, dimostrandosi rapidi, facili da usare, ed efficaci nel taglio. Inoltre garantiscono moltissime lunghezze di taglio.

Invece, nel caso si fosse degli appassionati di barba e della sua cura (e riguardo alla capigliatura si ricorra ad un professionista), è preferibile scegliere un regolabarba, che in generale si presta meglio alla cura delle basette, proprio per la conformazione e le dimensioni, che si adattano meglio all’uso sul viso. Altrimenti si potrà optare per strumenti detti rifinitori di precisione, dotati spesso di testina rasoio, molto piccoli e maneggevoli.

Conclusioni: cosa valutare di un tagliabasette

Indipendentemente dalla scelta fatta (tagliacapelli, regolabarba, rifinitori di precisione) dovremmo valutare:

  • Lunghezze di taglio disponibili del modello (per ottenere basette più o meno lunghe).
  • La presenza di lame che non siano irritanti e che non provochino arrossamenti, dato che si deve lavorare sul viso.
  • Il rapporto qualità/prezzo. I prodotti più economici sono tra i rifinitori, ma questi ultimi sono quelli recensiti meno bene.
  • L’efficacia del taglio. Un buon prodotto deve essere efficace al primo passaggio, senza dover ripassare più e più volte, soprattutto sulla pelle del viso.
  • L’ergonomicità, la maneggevolezza e leggerezza. Per lavorare sulle rifiniture, come appunto le basette, è meglio prediligere un modello meno pesante e facile da maneggiare.
  • I pareri degli utenti. Risulta fondamentale seguire le recensioni del singolo prodotto al quale si è interessati, in modo da non incorrere in errori. Gli utenti sono obiettivi, e non risparmiano pareri negativi dove sia necessario.

Lavoro principalmente come scrittrice ombra fuori dal web, aiutando le persone ad esprimere quello che sentono attraverso lo scritto. Amo il mio lavoro, perchè mi piace ascoltare gli altri e renderli a mio modo felici di potersi esprimere. Oltre a questo, mi occupo di redigere articoli e guide in diverse categorie sul web, cercando di adottare un linguaggio semplice e chiarificatore per tutti, sempre con la finalità di essere, attraverso la parola scritta, utile a qualcuno.

7147 7689 7044 7009 7770 7757 7750 6941 7504 6943
Back to top
Migliore Tagliacapelli